Novità a Caorle: scopri tutte le news
Call: +39 0421 81251 web partner dell'Associazione Albergatori di Caorle A.C.A

 

 7 3 1  5  4

 

L'autunno è ormai cominciato e Caorle ricomincia a vivere una stagione tutta da scoprire. Lontana dal clamore e dal “glamour” dell'estate, la Perla dell'Adriatico offre spiagge silenziose, ambienti incontaminati a pochi chilometri dalla città ed una tradizione culinaria di tutto rispetto.

Le distese di sabbia degli arenili di Levante e Ponente sono una delle mete più amate da chi visita Caorle in autunno. Ogni giorno è possibile incontrare amanti del footing e della natura che corrono o passeggiano avendo l'opportunità di ammirare il mare ed ascoltare l'incessante eco della risacca delle onde che tanto ha affascinato generazioni di scrittori e poeti. Per non parlare poi di chi, in occasione della bassa marea, va in cerca di gustosi molluschi da portare in tavola.

Caorle-notturna-CaorleITAltra meta affascinante è il centro storico, con le sue bellezze architettoniche ed artistiche, ma anche con i suoi negozi, locali e ristoranti tipici aperti tutto l'anno. Perchè Caorle, a differenza di altre località di mare, vive davvero dodici mesi all'anno, grazie anche alla vitalità della comunità caorlotta.

L'autunno è poi la stagione adatta per scoprire le bellezze dell'entroterra: in giornate di sole è possibile percorrere le strade comunali e le piste ciclabili che possono condurre ad esplorare il paesaggio rurale. Quella tranquilla, silenziosa, buona terra coltivata che a Caorle è valsa anche il prestigioso riconoscimento della “Spiga verde”, riservato alle località che promuovono uno sviluppo rurale sostenibile.

Non c'è però solamente il paesaggio della bonifica da scoprire: a Brussa c'è infatti l'area naturalistica di Valle vecchia, con le sue aree umide, i canali lagunari, la pineta e la spiaggia incontaminataa dove sono ancora visibili le antiche dune che un tempo si potevano trovare lungo tutto il litorale. Brussa sta anche compiendo significativi passi in termini di accessibilità del turista, con nuovi servizi ed attività, tra le quali il primo birrificio a chilometro zero del territorio comunale di Caorle.

C'è davvero molto da scoprire, insomma.

Ma non è tutto.

Anche in autunno, non mancano le manifestazioni di richiamo e tra queste una delle più importanti è “Caorle in gioco” che si svolgerà sabato 20 e domenica 21 ottobre in piazza Vescovado e nel vicino centro civico.

Si tratta di una due giorni dedicata al gioco intelligente, organizzata dalla Onlus “I cavalieri della tavola gioconda”. Nelle sale del centro civico i “Cavalieri” allestiranno decine di tavoli dove saranno esposti e spiegati oltre 250 giochi da tavolo di diverso genere:  giochi di tessere, dadi, abilità, “german games” ed “american games”. In piazza, invece, grazie anche alla collaborazione con il “Ludobus”, i bambini avranno la possibilità di cimentarsi con i “giochi di una volta”, abbandonando per una giornata i passatempi tecnologici.

La filosofia che sta alla base di questo interessante evento, così come di tutta l'attività de “I cavalieri della tavola gioconda”, è quella di proporre il gioco intelligente, ed in particolare il gioco da tavolo, come hobby, sfida intellettuale e, soprattutto, come occasione di socializzazione per bambini ed adulti e come forma di contrasto al gioco d'azzardo.

 

Oggi più che mai mare e spiaggia devono davvero essere “di tutti”! Questo significa che una località di vacanza d’eccellenza deve saper offrire questo tipo di servizio anche a persone con difficoltà motorie, magari costrette su una sedia a rotelle. A Caorle tutto ciò è possibile grazie all’impegno del Consorzio Arenili di Caorle ed al progetto di turismo sociale inclusivo “Il mare è di tutti”, promosso da Ulss 4 e Comune di Caorle. Questa particolare iniziativa ha permesso, tra l’altro, di potenziare tutti i percorsi utilizzati per l’accesso all’acqua per persone con disabilità e di mettere a disposizione del Consorzio altre carrozzine modello Job: si tratta di una particolare sedia con ruote adatta al trasporto di disabili o anziani in mare e sulla sabbia. Questi servizi, peraltro, si sono aggiunti a quanto il Consorzio Arenili offriva già, ovvero le strutture di spiaggia (tra cui il nuovo chiosco) ad alta accessibilità del comparto “5L” di Levante, il pedalò “Manolo”, specificamente progettato per le esigenze di persone con limitate o impedite capacità motorie, e la predisposizione, su richiesta, di apposite pavimentazioni per rendere più agevole l’accesso agli ombrelloni per le carrozzine.

C’è però un ulteriore servizio che è stato attivato in via sperimentale e che quest’anno dovrebbe ulteriormente migliorare: si tratta dell’accompagnamento in acqua della persona con difficoltà motorie da parte di personale specializzato. Chi vorrà farsi un bagno in tutta tranquillità e serenità potrà dunque rivolgersi al personale di spiaggia del Consorzio Arenili che, tramite i propri uffici, contatterà l’operatore qualificato che potrà a sua volta concordare con il turista data e ora per l’entrata in acqua. Chi ha già usufruito del servizio, come la scrittrice Rosita Sartori (è suo il libro “Il limite che diventa ricchezza”), ha avuto occasione di apprezzare l’esperienza e la qualità dell’assistenza offerta.

Sempre grazie alla collaborazione tra Ulss 4, Comune di Caorle e Consorzio Arenili (oggi noto anche con il brand “Caorlespiaggia”) sono allo studio ulteriori servizi da implementare per rendere sempre più accessibile per tutti la spiaggia della località.

 

 

Continuano anche ad agosto gli appuntamenti con gli autori promossi da Libreria I Gabbiani ​in collaborazione con Associazione Proprietari P.to S. Margherita ​e con il
patrocinio del Comune di Caorle.
Ogni giovedì sera dalle ore 21 circa, un nuovo autore con un nuovo libro da presentare, il tutto nella location fronte mare di Piazzale Portesin​, uno dei principali accessi al mare della
località balneare di Porto Santa Margherita.
Gli appuntamenti con la rassegna “Il Giovedì Letterario” stanno riscuotendo un buon successo di pubblico, con il massimo picco durante l’ultimo incontro di luglio, alla presenza
del campione olimpico 2004, Igor Cassina​, accompagnato dal cantautore trevigiano Alberto Cantone.
Giovedì 2 agosto ritorna ospite dell’iniziativa un personaggio che lo scorso anno ha visto il pubblico appassionarsi e lasciarsi trasportare non solo dalle sue parole ma anche dalle sue
immagini: Giancarlo Ferron​, il guardiacaccia delle montagne, presenterà a Caorle il suo ultimo libro dedicato all’orsa uccisa nell’estate del 2017.
Ferron, che ha dedicato la sua carriera letteraria allo studio e racconto della natura e degli animali, con questo libro di denuncia, intitolato appunto “Hanno ucciso l’orsa”, ​ha voluto
mettersi dalla parte dell’Orsa uccisa per dare la sua “versione dei fatti”, la sua visione dell’uomo, dell’ambiente che la circonda, della contaminazione, le sue emozioni e
sensazioni.
Allo stesso tempo ha cercato di dare voce a tutti i personaggi che nella vicenda hanno avuto un ruolo, sia concreto che di pura e semplice opinione, un’opinione che spesso si dirama a
macchia d’olio diventando una ragione comune non sempre confutata dai prove reali .
La serata sarà allietata dalla proiezioni di fotografie fatte e raccolte all’interno dei boschi proprio dall’autore che in quegli ambienti vive tutto l’anno.
Giovedì 9, invece, sarà la volta di Umberto Matino che presenterà al pubblico il suo ultimo libro edito da Biblioteca dell’Immagine: “i Rossi”, appassionante romanzo giallo storico
dall'autore della Trilogia Cimbra, presentata lo scorso anno a P.to Santa Margherita.
Si passa poi a giovedì 23 agosto, quando nella località balneare arriverà l’autore gallese Philip Gwynne Jones ​ con il suo libro Vendetta a Venezia (Newton Compton Editori).
A chiudere la stagione de “Il Giovedì Letterario” ​sarà l’autore locale Vittorio Emanuele Dalla Bella, che giovedì 30 agosto presenterà al pubblico della rassegna i suoi due
capolavori editi da Edizioni PubbliCaorle “Il Portasigarette d’argento” e “Sommergibile Da Vinci - Missione Finale” .

giovedi letterario agosto 18

 

Quattordicesima bandiera blu per Caorle. Fee Italia (Foundation for Environmental Education) ha inserito Caorle anche quest’anno nel novero delle spiagge italiane d’eccellenza. Caorle ha dimostrato dunque di possedere non solamente acque e spiagge pulite, certificate dalle rilevazioni effettuate dall’Arpav . La località ha superato infatti i parametri previsti in altri 32 indicatori: tra questi i principali riguardano il grado di funzionalità degli impianti di depurazione, la percentuale di allacci fognari, la corretta gestione di rifiuti ordinari, con percentuali minime di raccolta differenziata da superare (in costante crescita a Caorle dopo l’introduzione della raccolta porta a porta sia a Ponente che a Levante), e pericolosi. Importanti sono anche la corretta valorizzazione delle oasi naturalistiche presenti nel territorio di riferimento (a Caorle, l’area di Vallevecchia su tutte), la cura dell’arredo urbano, dalle aree pedonali alle piste ciclabili, la presenza di iniziative che rendano la località maggiormente vivibile in estate, ed, infine, la fruibilità degli arenili da parte di persone diversamente abili. Da quest’ultimo punto di vista a Caorle si è davvero fatto molto nell’ultimo periodo: dalla posa delle rampe di accesso e delle corsie che conducono agli ombrelloni e fino alla messa a disposizione di carrozzine, realizzate in leghe leggere e con grandi ruote, che consentono di raggiungere il mare attraversando la sabbia. Il Consorzio Arenili di Caorle, inoltre, sta investendo in un progetto che prevede la presenza in spiaggia di personale qualificato che possa consentire la balneazione in tutta sicurezza anche alle persone con disabilità.

Per Caorle, dunque, come vi abbiamo anticipato, si tratta della quattordicesima bandiera blu: la prima a sventolare sull’arenile caorlotto fu nel 2002, la seconda nel 2006 e poi dal 2008 ad oggi, la Bandiera Blu è sempre stata confermata ogni anno. Va ricordato che, oltre ai meriti della parte pubblica che ha investito per rendere Caorle sempre più gradevole, un doveroso tributo deve anche essere reso agli imprenditori del settore ricettivo che in questi anni si sono dedicati alla riqualificazione delle proprie strutture ed al miglioramento dei servizi offerti agli ospiti.

Per dovere di completezza va ricordato che Caorle non solo ha conquistato la bandiera blu per la località, ma ne ha ottenuta una seconda. Si tratta della Bandiera Blu per gli approdi che è stata consegnata alla Darsena dell’Orologio per le ventiseiesima volta consecutiva, a conferma della qualità dei servizi offerti ai diportisti nel rispetto della tutela ambientale.

bandieraBlu1

 

Che sia in forma di pralina o di tavoletta, che sia spalmabile come una crema o liquido da bere con panna, il cioccolato è sempre una delle prelibatezze in grado di accontentare qualunque palato. A confermare questo assioma è stata la prima edizione del “Festival del cioccolato” di Caorle che, lo scorso anno, ha deliziato centinaia e centinaia di visitatori.

Memori del successo della passata edizione della manifestazione, anche nel 2019 la località balneare ospiterà una tappa di “Art & Ciocc”, il tour dei più famosi maestri cioccolatieri italiani che da ormai dieci anni sono impegnati a diffondere la cultura del cioccolato artigianale nei principali centri storici e piazze di tutta Italia.

Da venerdì 5 a domenica 7 aprile, in Rio Terrà delle Botteghe, proprio di fronte al centro culturale “Bafile” e nella vicina piazza Matteotti, i visitatori potranno trovare una ventina di stand, che proporranno cioccolato artigianale di ogni gusto e forma.

Passeggiando tra gli stand si potranno quindi degustare le più golose specialità regionali ed ammirare vere e proprie sculture interamente realizzate con il cioccolato: delle opere d'arte per gli occhi e per il palato. Le proposte dei maestri cioccolatieri terranno conto delle esigenze e dei regimi alimentari seguiti dai visitatori: ci saranno quindi cioccolato e dolci vegani, senza zucchero, biologici e senza glutine. Particolarmente interessante sarà la proposta dedicata al cioccolato crudo, di cui alcuni esperti ricorderanno le proprietà anti-invecchiamento. Quanto ai grandi classici di “Art & Ciocc” non mancheranno le praline di oltre 40 gusti, cremini, liquori, barrette, tartufi e perfino i cioccolatini alla birra. Quanto, invece, alle produzioni regionali, da segnalare il cioccolato di Modica e quello di Perugia.

Questa vera e propria festa del cioccolato coinvolgerà anche i locali del centro storico: nelle gelaterie saranno disponibili nuovi gusti (ovviamente a base di cioccolato), mentre nei ristoranti saranno proposti menù che abbineranno i prodotti tipici del territorio con cacao e cioccolato: una cucina “fusion”, dunque, assolutamente da provare.

Il programma della manifestazione, organizzata da Mark Co & Co, in collaborazione con il Comune di Caorle e Confcommercio Portogruaro Bbione Caorle, prevede anche laboratori sensoriali ed animazione per bambini.

 cico19

Non solo Caorle ospita uno dei più importanti festival dedicati allo “Street Food” di qualità del Veneto. Da quest'anno si aggiunge infatti anche lo “Street Wine” festival, dedicato principalmente al vino. Le date scelte per questo evento sono sabato 27 aprile, dalle ore 16 alle 21, e domenica 28 aprile, dalle ore 10 alle 21. Se siete amanti del vino, dunque, non potete perdere l'occasione per trascorrere qualche giorno di vacanza a Caorle dove, oltre a godere delle bellezze della città, del suo mare e della sua spiaggia, potrete anche assaporare i migliori vini italiani offerte in 16 casette di legno dislocate tra piazza Matteotti, Rio Terrà, piazza Mercato, campo Trino Bottani e piazza Pio X. La formula prevede la possibilità di acquistare, da una delle due casse poste ai due ingressi del centro storico, al costo di quindici euro, nove gettoni (oltre a tasca e bicchiere) che potranno essere impiegati per le degustazioni. Ogni bicchiere, in base alla qualità del vino offerto, avrà un costo compreso tra uno e tre gettoni. Per l'occasione, inoltre, saranno anche coinvolte le gelaterie del centro storico che offriranno un gelato al gusto “vino”, anch'esso da provare insieme alle diverse etichette offerte da produttori e rivenditori.

Dove c'è il buon vino, non può mancare ovviamente anche dell'ottimo cibo: sempre in centro storico (in prossimità del polo culturale Bafile, in piazza Pio X ed in piazza mercato) saranno attivati tre stand gastronomici che proporranno cicchetti veneziani, prodotti friulani ed una selezione dei più gustosi affettati prodotti da aziende del territorio.

Gli organizzatori del festival hanno anche pensato di coinvolgere i produttori di olio ai quali sarà riservato uno spazio per mettere in vetrina i migliori tra gli oli extravergine d'oliva.

Durante lo “Street Wine Caorle” saranno anche proposti diversi momenti musicali offerti da alcune Street Band ed un convegno dedicato all'importanza di una corretta dieta per la pratica sportiva al quale parteciperà Sara Simeoni, medaglia d'oro alle olimpiadi di Mosca del 1980 nel salto in alto.

streetwine

Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalita' d'uso dei cookie. Se prosegui nella navigazione in questo sito acconsenti all’uso dei cookie.