Un maggio a gonfie vele a Caorle

 

Si gonfiano le vele per il maggio caorlotto.

E' tempo di vela e di competizioni a Caorle: entra infatti nel vivo la stagione agonistica ed in particolare quella della categoria “offshore”. In maggio, infatti, si terranno alcune delle principali regate dell'Adriatico: dall'8 al 10 maggio le vele saranno spiegate per la ventunesima edizione de “La Duecento”, regata che si percorre lungo la rotta Caorle – Grado – Sansego.

La regata “istriana” è organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita e saranno almeno una sessantina i natanti (delle classi  che si contenderanno la vittoria finale. A partecipare saranno equipaggi formati da due o più persone: assolutamente scenografica la partenza, programmata alle ore 11 di venerdì 8 maggio. Le imbarcazioni, che usciranno dalla darsena “Marina 4” di Porto Santa Margherita, affronteranno il mare partendo in prossimità della foce del fiume Livenza e percorreranno tutta la costa di Caorle prima di raggiungere il mare aperto. Per chi si troverà a Caorle, dunque, lo spettacolo è assicurato. Altro interessante appuntamento con vele, rande e scafi è quello targato Società Velica Caorle che si svolgerà domenica 17 maggio: si tratta della diciottesima edizione del “Trofeo Camillo”, regata simbolo della storica società caorlotta: le imbarcazioni, delle classi irc, orc e open, si sfideranno sin dal primo mattino nel campo di regata che sarà allestito sullo specchio acqueo antistante il Santuario della Madonna dell'Angelo: dalla scogliera a mare e dalla spiaggia di Levante sarà quindi possibile assistere a questo spettacolo che ogni anno richiama in città diverse decine di regatanti, oltre a centinaia di appassionati. Non è però ancora finita: manca infatti l'appuntamento “principe” della stagione velica di Caorle. Stiamo ovviamente parlando de “La Cinquecento”, nata nel lontano 1974 sempre all'interno del Circolo Nautico Porto Santa Margherita. Si tratta infatti della prima regata italiana a lunga percorrenza riservata a due soli membri d’equipaggio: la rotta è rimasta immutata in questi anni, Caorle – Sansego (in Croazia) – Isole Tremiti e ritorno, anche se la regata è stata poi aperta anche agli equipaggi formati da più persone. “La Cinquecento” è insomma parte della storia delle regate d'altura italiane, come testimoniano anche i grandi nomi della vela che vi hanno partecipato: il mitico Ambrogio Fogar, il grande Cino Ricci, e poi ancora Dario Malgarise, Mauro Pelaschier, Vasco Vascotto, Vittorio Malingri, Stefano Rizzi, Alberto Rizzi, Patrick Phelipon, Simone Bianchetti, Philippe Monnet e Miranda Merron. “La Cinquecento”, quest'anno sponsorizzata da “Phoenix Informatica Bancaria Spa, prenderà il via il 31 maggio e proseguirà sino al 6 giugno. Come per “La Duecento”, le imbarcazioni (previste oltre 60 adesioni), una volta abbandonata la darsena Marina 4, percorreranno il Livenza fino alla foce per poi partire alla volta del “cancello” collocato in prossimità del Santuario della Madonna dell'Angelo, prima di veleggiare verso il mare aperto. Anche in questo caso dalla mattina di domenica 31 sarà quindi possibile assistere ad uno spettacolo emozionante con i variopinti scafi e veli che solcheranno il mare antistante la scogliera di Caorle. E non finisce qui: anche nei mesi successivi ci saranno altre regate Svc e Cnsm che potranno soddisfare l'appetito degli amanti di questo sport così affascinante.

500

Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalita' d'uso dei cookie. Se prosegui nella navigazione in questo sito acconsenti all’uso dei cookie.