Caorle e dintorni: le sagre paesane

La Caorle che non conosci:le sagre paesane

Caorle non è solo mare e spiaggia, è anche tradizione ed enogastronomia. A dimostrare questo forte legame con le proprie origini e con la buona tavola esistono ancora le numerose sagre che, soprattutto nelle frazioni, rappresentano un appuntamento fondamentale della vita della comunità residente.

Ottava Presa, San Giorgio di Livenza, San Gaetano, Brussa e per finire il rione di Sansonessa: nessuna delle frazioni “storiche” di Caorle manca a questo appello.

Proprio nei giorni scorsi si è chiusa la sagra di Ottava Presa:  dal 23 al 27 aprile, la frazione ha riproposto per l’ottava volta questo evento che ha visto l’allestimento di un ampia tensostruttura sotto la quale si sono susseguite esibizioni di gruppi dal vivo, e saggi di canto e ginnastica ritmica. Ovviamente i festeggiamenti non possono dirsi tali senza un fornito stand enogastronomico che ha permesso ai residenti di Caorle, Ottava Presa ed ai primi turisti che hanno affollato Caorle in questa fine aprile, di assaggiare cibi semplici ma gustosi ad un modico prezzo.

Un’altra importante sagra è in fase di svolgimento in questi giorni: si tratta della festa patronale di San Giorgio di Livenza. L’appuntamento, organizzato dalla locale parrocchia, è organizzato per celebrare degnamente il Santo patrono della località, ovvero San Giorgio Martire. C’è sempre grande attesa per questo appuntamento che coniuga le celebrazioni religiose a momenti di convivialità. Il tutto si svolge a pochi passi dalla chiesa: anche qui si può mangiare e ballare grazie a tanti eventi pensati per grandi e piccini.

Mercoledì 30 aprile, inoltre, comincia la Sagra di Sansonessa, il popoloso rione che si trova all’ingresso di Caorle capoluogo. Questa sagra, organizzata nell’ambito dei festeggiamenti per il santo patrono del rione, San Giuseppe Lavoratore (la cui commemorazione, come noto, ricorre il 1 maggio), un tempo veniva realizzata proprio nel campo sportivo del quartiere: da qualche anno, però, per esigenze logistiche, si è spostata nel Palaexpomar di Via Aldo Moro, il complesso fieristico cittadino.

 

Il comitato che cura l’organizzazione dell’evento da ormai 42 anni, anche per il 2014 ha predisposto un programma ricco di appuntamenti. Si comincia con l’apertura dell’immancabile stand enogastronomico mercoledì sera che sarà accompagnata dall’esibizione dei “Fronte del Vasco”, cover band del rocker di Zocca. Ospite d’eccezione sarà Andrea Innesto “Cucchia”, sassofonista della band di Vasco Rossi. Il 1 maggio si tengono anche gli appuntamenti religiosi che danno effettivamente il senso di questa ricorrenza: non deve essere infatti dimenticata la profonda devozione che da sempre accompagna la popolazione caorlotta. Alle 10 sarà celebrata la Santa Messa nella chiesetta del quartiere, alla quale seguirà la processione con l’immagine del Santo Patrono lungo le strade di Sansonessa, con la benedizione dei trattori (in ricordo delle origini agricole di questo quartiere). Nel pomeriggio poi c’è la recita del rosario (maggio è il mese dedicato al culto mariano, profondamente radicato a Caorle), mentre in serata si torna a festeggiare nel Palaexpomar c on la musica degli “Alto Gradimento”. Il 2 maggio, in serata, sono previsti un torneo di calcio balilla ed una festa country, mentre il 3 maggio c’è il concerto dei “Non Stop” (sempre in serata). Il 4 maggio è la giornata di chiusura della sagra e dei festeggiamenti per il Santo Patrono. La mattinata prevede, infatti, la celebrazione religiosa della Santa Messa, mentre in serata ci si diverte ancora con musica dal vivo nel Palaexpomar. Per la prima volta, inoltre, durante la sagra sarà proposta una festa “canina” per tutti gli amanti degli amici a quattro zampe.

Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalita' d'uso dei cookie. Se prosegui nella navigazione in questo sito acconsenti all’uso dei cookie.