Caorle si riappropria del "Suo" Hemingway

Un viaggio lungo una settimana alla riscoperta della figura di Ernest

papa16Hemingway e della sua presenza a Caorle ed in Veneto. Stiamo parlando della rassegna “Hemingway, il Nobel nella laguna di Caorle”, giunta ormai alla terza edizione, che quest’anno si svolgerà dal 17 al 23 luglio. Mostre, conferenze, escursioni nella laguna, presentazione di libri e proiezioni di film sono solamente alcune delle iniziative che saranno proposte nell’arco della settimana. Per l’occasione Caorle avrà una serie di ospiti d’eccezione che non discuteranno solamente di cultura e della figura del romanziere statunitense, ma anche dei temi più caldi dell’attualità. Ecco che, dunque, oltre a festeggiare i compleanni di Hemingway (nato il 21 luglio 1899) e della sua più celebre traduttrice Fernanda Pivano (nata il 18 luglio 1977) ci sarà spazio per parlare di immigrazione, Africa, guerre di religione, terrorismo, dell’accordo del G7 sul clima, della rivoluzione russa e di molto altro ancora. Sarà anche proiettata la videoinchiesta di Floriana Bulfon e Cristina Mastrandrea, promossa da Unicef Italia, dal titolo “Invisibili. Storie di ragazzi che arrivano soli in Italia”. Tra gli ospiti di quest’anno spiccano Tiziana Ferrario, corrispondente Rai da New York, il giornalista del TG5 Paolo Di Mizio, Maarten van Aalderen, corrispondente dall’Italia del quotidiano olandese De Telegraaf, il premio Nobel per la Pace 2007 Filippo Giorgi, lo scienziato Mohamed H.A. Hassan, direttore esecutivo del TWAS, il direttore de Il Gazzettino Roberto Papetti, Paolo Brinis di TgCOM24, il giornalista Daniele Bellocchio de “Gli occhi della guerra”, Massimo Minella del quotidiano La Repubblica, il rabbino della comunità ebraica di Lubiana Ariel Addad, Paolo Rozera, direttore generale di Unicef Italia, nonché i docenti universitari Michela Mercuri, Cesare La Mantia e Guglielmo Cevolin. Per quanto riguarda gli eventi in calendario, assolutamente da non perdere è la visita guidata alla casa di caccia di Hemingway che la famiglia Poja aprirà al pubblico nel pomeriggio di venerdì 21 luglio. Altrettanto suggestiva sarà l’escursione in motonave nei luoghi della laguna amati dallo scrittore (martedì 18 luglio ore 14.30). Ogni sera, inoltre, si potrà assistere ad uno tra i tanti dibattiti su temi di attualità che saranno ospitati dal “salotto buono” di piazza Vescovado. Anche i bambini non sono stati dimenticati: ogni mattina saranno previste letture guidate e laboratori nella biblioteca civica di piazza Matteotti. Da non dimenticare, infine, che le giornate dedicate ad Hemingway sono abbinate al premio giornalistico “Papa” (dal soprannome attribuito allo scrittore americano). Tre aspiranti giornalisti, che hanno raggiunto la finale del concorso, cercheranno di assicurarsi la vittoria del concorso scrivendo un articolo che sarà valutato da una giuria presieduta da Sergio Canciani, storico corrispondente Rai da Mosca. Il vincitore del premio, peraltro, vedrà pubblicato il proprio articolo sulle pagine de “Il Gazzettino”.

 

Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalita' d'uso dei cookie. Se prosegui nella navigazione in questo sito acconsenti all’uso dei cookie.