Le rassegne culturali estive a Caorle

Se anche in vacanza non volete rinunciare al piacere dell’approfondimento culturale,

Caorle è la meta ideale per le vostre vacanze. A luglio si avviano, infatti, alcune rassegne di particolare interesse per gli amanti della lettura e del teatro. Una di queste è senza dubbio “CaorleOltremare”, che porterà a Caorle diversi autori di chiara fama che presenteranno le loro ultime fatiche letterarie. Tutti gli incontri si terranno nel “salotto” della città, ovvero nella bella piazza Vescovado, sotto il campanile simbolo di Caorle. Si comincia già domenica 1 luglio alle 21.30 con Tatjana Rojc che presenterà il suo primo romanzo scritto in italiano “La figlia che vorrei avere”. La Rojc è una delle più fini autrici slovene ed è riuscita a coniugare una storia intima con i grandi avvenimenti storici alla frontiera tra Trieste e Slovenia. Philippe Daverio, il noto critico d’arte, sarà il secondo ospite della rassegna, mercoledì 11 luglio alle ore 21. “Ho finalmente capito l’Italia. Piccolo trattato ad uso degli stranieri (e degli italiani)” sarà l’opera ironica di cui il critico discuterà con un giornalista. Altro appuntamento di richiamo sarà l’incontro con il giornalista Mario Giordano che domenica 15 luglio, alle 21, presenterà il suo “Avvoltoi. L’Italia muore e loro si arricchiscono”, libro denuncia che si scaglia contro chi si approfitta dei disservizi italiani, a spese dei cittadini onesti.  Il filosofo e teologo Vito Mancuso ed il suo libro “Il bisogno di pensare” saranno protagonisti della serata del 25 luglio. Altri ospiti saranno Massimo Roscia (1 agosto), Saverio Tommasi (5 agosto) ed il vincitore del Premio Campiello Giovani Valerio Valentini (5 settembre).

Chi preferisce il teatro, avrà invece la possibilità di assistere alle commedie messe in scena nell’ambito della rassegna “Caorlestateatro”, curata dal Gruppo Teatrale Caorlotto. La kermesse porterà a Caorle alcune tra le migliori compagnie teatrali del nordest. In calendario vi sono la commedia goldoniana “I rusteghi” (5 luglio nel parco giochi Santa Margherita), “Ancora sei ore” di Davide Stefanato (7 luglio, Porto Santa Margherita), “Le serve al pozzo” di Giacinto Gallina (14 luglio, parco giochi Santa Margherita), “Donna Canasta” di Miro Penzo (19 luglio, Duna Verde), “Villa Artemisia” di Velise Bonfante (28 luglio, parco giochi Santa Margherita), “Al cavallino bianco” di Oskar Blumenthal e Gustav Kadelburg (4 agosto, piazza Veneto), “Scandalo in canonica” di Antonella Zucchini (7 agosto, Duna Verde), “Treska all’arsenico” di Martina Boldarin (11 agosto, Porto Santa Margherita), “Chi ti ha detto che eri nudo” di Pier Benedetto Bertoli (18 agosto, parco giochi Santa Margherita).

 

Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalita' d'uso dei cookie. Se prosegui nella navigazione in questo sito acconsenti all’uso dei cookie.