Caorle in autunno e' gioco, sapori e colori
Call: +39 0421 81251 web partner dell'Associazione Albergatori di Caorle A.C.A

 

7   3   1   6   5   4

 

L'autunno è ormai cominciato e Caorle ricomincia a vivere una stagione tutta da scoprire. Lontana dal clamore e dal “glamour” dell'estate, la Perla dell'Adriatico offre spiagge silenziose, ambienti incontaminati a pochi chilometri dalla città ed una tradizione culinaria di tutto rispetto.

Le distese di sabbia degli arenili di Levante e Ponente sono una delle mete più amate da chi visita Caorle in autunno. Ogni giorno è possibile incontrare amanti del footing e della natura che corrono o passeggiano avendo l'opportunità di ammirare il mare ed ascoltare l'incessante eco della risacca delle onde che tanto ha affascinato generazioni di scrittori e poeti. Per non parlare poi di chi, in occasione della bassa marea, va in cerca di gustosi molluschi da portare in tavola.

Caorle-notturna-CaorleITAltra meta affascinante è il centro storico, con le sue bellezze architettoniche ed artistiche, ma anche con i suoi negozi, locali e ristoranti tipici aperti tutto l'anno. Perchè Caorle, a differenza di altre località di mare, vive davvero dodici mesi all'anno, grazie anche alla vitalità della comunità caorlotta.

L'autunno è poi la stagione adatta per scoprire le bellezze dell'entroterra: in giornate di sole è possibile percorrere le strade comunali e le piste ciclabili che possono condurre ad esplorare il paesaggio rurale. Quella tranquilla, silenziosa, buona terra coltivata che a Caorle è valsa anche il prestigioso riconoscimento della “Spiga verde”, riservato alle località che promuovono uno sviluppo rurale sostenibile.

Non c'è però solamente il paesaggio della bonifica da scoprire: a Brussa c'è infatti l'area naturalistica di Valle vecchia, con le sue aree umide, i canali lagunari, la pineta e la spiaggia incontaminataa dove sono ancora visibili le antiche dune che un tempo si potevano trovare lungo tutto il litorale. Brussa sta anche compiendo significativi passi in termini di accessibilità del turista, con nuovi servizi ed attività, tra le quali il primo birrificio a chilometro zero del territorio comunale di Caorle.

C'è davvero molto da scoprire, insomma.

Ma non è tutto.

Anche in autunno, non mancano le manifestazioni di richiamo e tra queste una delle più importanti è “Caorle in gioco” che si svolgerà sabato 20 e domenica 21 ottobre in piazza Vescovado e nel vicino centro civico.

Si tratta di una due giorni dedicata al gioco intelligente, organizzata dalla Onlus “I cavalieri della tavola gioconda”. Nelle sale del centro civico i “Cavalieri” allestiranno decine di tavoli dove saranno esposti e spiegati oltre 250 giochi da tavolo di diverso genere:  giochi di tessere, dadi, abilità, “german games” ed “american games”. In piazza, invece, grazie anche alla collaborazione con il “Ludobus”, i bambini avranno la possibilità di cimentarsi con i “giochi di una volta”, abbandonando per una giornata i passatempi tecnologici.

La filosofia che sta alla base di questo interessante evento, così come di tutta l'attività de “I cavalieri della tavola gioconda”, è quella di proporre il gioco intelligente, ed in particolare il gioco da tavolo, come hobby, sfida intellettuale e, soprattutto, come occasione di socializzazione per bambini ed adulti e come forma di contrasto al gioco d'azzardo.

 

Aqua Follie

SCOPRI ORA

Il Faro, lingua e cultura

SCOPRI ORA

Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalita' d'uso dei cookie. Se prosegui nella navigazione in questo sito acconsenti all’uso dei cookie.